opensubscriber
   Find in this group all groups
 
Unknown more information…

a : annunci@lists.linux.it 22 February 2012 • 1:29AM -0500

Rete Italiana dell'Open Source Professionale: first call
by Carlo Vaccari

REPLY TO AUTHOR
 
REPLY TO GROUP



Si sta costituendo in questi giorni la *Rete Italiana dell'Open Source
Professionale*.

Si tratta di una “Rete di imprese” (vedi art. 3 e 4 della legge 33/2009
http://www.camera.it/parlam/leggi/09033l.htm e art. 42 della legge 122/2010
http://www.cgil.it/DBLEGISLATIVO/Parte%20II/Legge%20122%202010.pdf), un
organismo che promuove la collaborazione fra imprese, in forma più
“leggera” di altre forme consortili e mantenendo quindi la piena autonomia
gestionale alle singole aziende.

Gli obiettivi di una Rete di imprese fondamentalmente si possono
riepilogare in alcuni grandi *topics*:

   -

   *la costituzione di “filiere”*. Gli accordi interni alla Rete facilitano
   le aziende nell'individuare e realizzare integrazioni di prodotti e/o di
   processi produttivi, offrendo loro la possibilità di presentarsi sul
   mercato con un più ampio portafoglio di offerte;


   -

   *la creazione di una “rete di assistenza e/o vendita”* per i clienti ed
   i mercati che, per motivi di dimensioni aziendali, posizionamento
   geografico o altro, non riescono ad essere raggiunti dalla singola impresa.
   Presentandosi (anche) come Rete, ogni singola impresa può proporre, in base
   agli accordi prestabiliti, tutti i prodotti delle aziende della Rete,
   allargando ad es. il mercato di altre aziende sul “suo” territorio e
   contemporaneamente aumentando il proprio business tramite la fornitura
   diretta dei servizi di consulenza ed assistenza;


   -

   *il brand di Rete e l'azione di “lobbing”*. L'organismo “Rete” promuove,
   con il suo brand, azioni di marketing a favore di tutte le sue aziende,
   permettendo loro di aumentare la propria visibilità tramite azioni che
   probabilmente sarebbero troppo onerose per la singola azienda
   (partecipazione ad eventi come ForumPA, SMAU, ecc..., presentazioni a PA, a
   grandi system integrator e ad associazioni di categoria come Confindustria,
   ANIA, ecc..). Inoltre il soggetto “Rete” è un interlocutore diretto con i
   livelli politico/amministrativi, nel rappresentare le esigenze, le proposte
   e le opportunità che provengono da una realtà economica diffusa, coesa ed
   attiva;


   -

   *l'internazionalizzazione e la partecipazione a bandi e finanziamenti*.
   L'organismo “Rete” offre supporto alle aziende per la partecipazione a
   bandi nazionali ed europei, accede a forme di finanziamento agevolato
   previste dall'ABI, da diverse Regioni e da Istituti Bancari, può creare
   partnership con analoghi cluster a livello internazionale (anche la UE
   promuove in tutto il suo territorio la creazione di cluster), può aprire
   sedi all'estero dove vengono commercializzati i prodotti ed i servizi di
   tutte le sue aziende.

Sappiamo tutti che, soprattutto in Italia, il settore dell'Open Source
soffre di sottoesposizione, mentre potrebbe contribuire in modo molto più
significativo alla nostra economia, specialmente in un periodo di crisi
come quello attuale.

La “Rete di imprese” è uno strumento particolarmente vicino alla filosofia
ed alle pratiche di chi opera nell'Open Source: l'attitudine verso un
modello che favorisce e premia collaborazioni e scambi è ben presente a chi
è quotidianamente impegnato o a contatto con communities ed ecosistemi, e
che fa dell'*Openness* il suo punto di forza.

Open Data ed Open Standard ed sono temi strettamente connessi con l'Open
Source e presenti, fra l'altro, nelle iniziative che verranno prese dal
Governo nel contesto della definizione delle normative italiane per
l'Agenda Digitale. Compito della Rete sarà anche di evidenziare queste
connessioni, insieme al maggiore stimolo per l'innovazione offerto dal
“sistema Open Source” del nostro Paese, ed alla sua maggiore capacità di
mantenere nel nostro Paese i redditi provenienti dai servizi.

Il momento per partire è questo, sia per essere pronti a partecipare agli
scenari che si prefigurano con Agenda Digitale, sia perché, se si riesce a
costituire almeno il primo nucleo della Rete entro il mese di aprile, le
aziende (quelle con i requisiti di bilancio previsti dalla norma) potranno
usufruire delle agevolazioni fiscali previste per il 2012 dalla legge
122/2010.

Come vedete, abbiamo citato per ultimo il capitolo agevolazioni fiscali,
non perché non siano importanti, ma perché crediamo che l'obiettivo della
Rete debba essere fondamentalmente di tipo industriale: aumentare il
business delle aziende associate. Le agevolazioni sono sempre comode e ben
accette, ma solo se la Rete produrrà maggior reddito per le aziende, e noi
puntiamo a vincere questa, di scommessa.

La proposta aggregativa è rivolta a tutti gli operatori dell'Open Source,
siano essi mantainer, system integrator o altro.

Le proposte immediate sono:

   -

   incontro il 2 marzo ore 10.30 a Roma (o in videoconferenza per chi non
   potesse partecipare di persona) per entrare nel merito ed iniziare a
   raccogliere le adesioni. Opera21 (http://www.opera21.it/) ha gentilmente
   offerto una sala per l'incontro. La loro sede è a Fiumicino, zona Fiera di
   Roma, in Via delle Arti, 101. Per il momento pensiamo di approfittare della
   loro disponibilità, a meno che il numero di partecipanti "in presenza" non
   sia significativamente alto. Vi confermeremo comunque la location la
   prossima settimana, fornendovi anche tutte le informazioni utili per
   raggiungerla;
    -

   costituzione della Rete entro la fine di aprile;
   -

   prima partecipazione come Rete a ForumPA.

Consideratevi ovviamente liberi di ri-trasmettere l'invito ad aziende che
non siamo riusciti a raggiungere direttamente. In tal caso, vi chiediamo
solo di ricordarvi di mettere in cc info@rete...  in
modo da potergli poi inoltrare gli aggiornamenti (location, programma,
ecc..).

Rimaniamo disponibili per ogni chiarimento o approfondimento. E'
naturalmente utile e gradito un riscontro sulla vostra presenza il 2 marzo,
per organizzare al meglio l'incontro. Per eventuali contatti telefonici
potete chiamare Marco Ciarletti al 345-9521730.

Marco Ciarletti

Flavia Marzano

Carlo Vaccari


--
il blog di Carlo: http://vaccaricarlo.wordpress.com

Bookmark with:

Delicious   Digg   reddit   Facebook   StumbleUpon

opensubscriber is not affiliated with the authors of this message nor responsible for its content.