opensubscriber
   Find in this group all groups
 
Unknown more information…

e : ecologia@peacelink.it 10 November 2004 • 7:55AM -0500

Newsletter da Green Cross Italia
by greencross

REPLY TO AUTHOR
 
REPLY TO GROUP



Se non visualizzate il testo della newsletter cliccate quì:
http://www.greencrossitalia.it/newsletter/newsletter017.html



LA NEWSLETTER da Green Cross Italia
PROGRAMMI

<http://www.greencrossitalia.it/ita/carta_d_terra/cdt_documento.htm>CARTA
DELLA TERRA

<http://www.greencrossitalia.it/ita/educazione/educazione_concorso_bando.htm>EDUCAZIONE

<http://www.greencrossitalia.it/ita/acqua/acqua.htm>ACQUA

<http://www.greencrossitalia.it/ita/energia/energia.htm>ENERGIE

<http://www.greencrossitalia.it/ita/guerre/guerre.htm>GUERRE

GLI ALBERI DI WANGARI


Il Premio Nobel per la Pace a Wangari Maathai non è solo il giusto
riconoscimento di una donna impegnata sul fronte della pace e dell'ambiente
in un continente complicato e complesso come quello africano. Wangari
Maathai rappresenta anche un modello d'azione politica che noi
ambientalisti vorremmo veder applicato in tutti i paesi del mondo e che
giudichiamo assai positivo che si sia riuscito a realizzare in Africa.

Le notizie che arrivano da quel continente in questi giorni non sono
positive. Le crisi "storiche" africane, come l'acqua e l'Aids, continuano a
non trovare soluzioni e nuovi focolai di tensione divampano come dimostra
la crisi della Costa d'Avorio.

Che l'Africa nel suo complesso viva ormai da decenni una fase d'instabilità
politica ed economica non è una novità. La novità, cosa che il Nobel per la
Pace a Wangari Maathai ha solo portato sotto i riflettori dei media
internazionali, è rappresentata dal ruolo che l'attivista/viceministro
svolge.
Donna, pacifista ed ambientalista, oggi, Wangari Maathai è chiamata a
svolgere il difficile ruolo di chi dall'opposizione passa ad assumere
responsabilità di governo, e si trova a dove svolgere attività di
mediazione e dialogo. Come viceministro dell'Ambiente del Kenia, per
esempio, si trova a dover decidere in merito ad una più equilibrata
politica di sfruttamento delle risorse minerarie del paese e a mediare le
esigenze ambientali con quelle occupazionali.

Siamo convinti che il suo radicamento nella società civile africana, la
conoscenza del ruolo delle donne in quella società, la sua preparazione
scientifica e l'impegno civile renderanno possibili a Wangari Maathai di
duplicare in campo istituzionale i successi che ha avuto come ambientalista.

Ma il Premio Nobel per la Pace ha avuto anche un altro significato: quello
di dare visibilità ad una nuova classe dirigente africana, di cui Wangari
Maathai è solo tra le punte di un iceberg. Chi pensa che l'Africa sia un
continente alla deriva per il quale non è più possibile nulla è stato
smentito. Certo i dirigenti africani di domani si trovano spesso
nell'impossibilità di formarsi appieno e di agire, per le drammatiche
condizioni sociali nelle quali versano molti paesi del continente e proprio
per questo motivo devono essere aiutati offrendo loro gli strumenti
politici, l'informazione e le best pratices, per permettere uno sviluppo
socioeconomico sostenibile.

Il senso di responsabilità globale deve portarci senza indugi ad impegnarci
direttamente, ad accompagnare le migliori esperienze locali e a pressare il
Nord affinché rispetti le promesse fatte nei vertici internazionali.
A cominciare dall'Europa.

Elio Pacilio
Vice Presidente Esecutivo Green Cross Italia


Le novità che trovate sul sito sono:


<http://www.greencrossitalia.it/ita/struttura/nobel.html>I PREMI NOBEL DI
GREEN CROSS
Alcuni dei membri di Green Cross sono premi Nobel.
Si tratta di personalità che hanno vinto il prestigioso premio sia per
meriti scientifici, sia sociali. Queste personalità spesso sviluppano una
ricca rete di scambi e di dialogo per essere parte attiva nella soluzione
dei problemi socio-ambientali che Green Cross si prefigge di risolvere

<http://www.greencrossitalia.it/ita/news/politiche/news_029_p.htm> WANGARI
MAATHAI: PREMIO NOBEL
È donna, è ecologista, è africana. È Wangari Maathai, il premio Nobel per
la Pace 2004, viceministro per l'ambiente del Kenia, rappresentante della
Carta della Terra per l'Africa e membro di Green Cross

<http://www.greencrossitalia.it/ita/news/good_news/news_001.html>GOOD NEWS
AGENCY
- Una rivoluzione della sicurezza alimentare per proteggere i consumatori
in tutto il mondo
- Ronaldo e Zidane fanno un lancio globale per gli Obiettivi di Sviluppo
Millennium
- La mozione per la Carta della Terra al Congresso per la conservazione
mondiale dell'IUCN

<http://www.greencrossitalia.it/ita/news/politiche/news_028_p.htm>DOVE
TROVEREMO TUTTO IL PANE
di Giorgio Nebbia
Gli spettri della scarsità e dei "limiti" sono stati peraltro ogni volta
diligentemente allontanati da falangi di "cornucopiani" che hanno versato
fiumi di inchiostro per descrivere le vie del trionfale cammino di una
umanità, liberata dal vincolo dei limiti terrestri ...

<http://www.greencrossitalia.it/ita/news_istituz/news_istituz_giulietto_chiesa.htm>LE
FIRME DI GREEN CROSS: GIULIETTO CHIESA
Giulietto Chiesa, giornalista dal 1979, è stato, dal 1980 al 2000,
corrispondente da Mosca prima per l'Unità e successivamente per La Stampa.
Collabora regolarmente con Rai News 24 e con diversi programmi RAI, tra cui
Primo Piano della Rete 3. Ha scritto molti libri, in tema di storia,
cronaca e reportage sull'Unione Sovietica e sulla Russia, e' uno dei
fondatori di Green Cross.

<http://www.greencrossitalia.it/ita/comunicazione/index.html> GLI SFONDI
DI GREEN CROSS ITALIA
Scaricate e diffondete gli sfondi di Green Cross per il vostro computer. In
questa maniera ci aiuterete a comunicare le nostre campagne



<http://www.greencrossitalia.it/ita/acqua/acqua.htm>

La prossima edizione della news letter verrà lanciata tra due settimane

Cordiali Saluti
da tutto lo staff di Green Cross Italia



Per non ricevere più la nostra News letter è sufficiente replicare a
questa mail inserendo nel subject "Cancellare".
Cordiali amici, ci sono pervenute alcune richieste di cancellazione da
indirizzi che non sono presenti nelle nostre liste. Probabilmete si tratta
di utentii che vengono raggiunti dalla nostra newsletter attraverso degli
indirizzi di redirect. Preghiamo gli utenti che utilizzano un sistema di
questo tipo e vogliono essere cancellati dalle liste di indicarci
l'indirizzo dal quale viene effettuta la redirect e non quello finale.
Grazie per la pazienza e la collaborazione.

<http://www.shinystat.it/cgi-bin/shinystatv.cgi?USER=greencross>

--
Mailing list Ecologia dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://www.peacelink.it/webgate/ecologia/maillist.html
Area tematica collegata: http://italy.peacelink.org/ecologia
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://www.peacelink.it/assoc

Bookmark with:

Delicious   Digg   reddit   Facebook   StumbleUpon

opensubscriber is not affiliated with the authors of this message nor responsible for its content.