opensubscriber
   Find in this group all groups
 
Unknown more information…

e : ecologia@peacelink.it 15 November 2004 • 4:57AM -0500

NEWS 14.11.2004 - bypass: comunicato stampa
by Comitato 25Agosto

REPLY TO AUTHOR
 
REPLY TO GROUP



COMUNICATO STAMPA

By-pass ferroviario API: un pasticcio che rischia di costare caro
ai cittadini ed al futuro di Falconara!

I Comitati cittadini sono sconcertati dalle dichiarazioni del Comune di
Falconara a sostegno del by-pass ferroviario alla raffineria API.
Si pensava che questa ipotesi, inquietante e scellerata, fosse per sempre
tramontata dopo che, a seguito dell'incidente dell' 8 settembre,in
unariunione collegiale, Provincia, Regione e Comune di Falconara
affermavano di valutare positivamente l'ipotesi di una barriera a difesa
della attuale linea ferroviaria adriatica. Soluzione più efficace,rapida ed
economica rispetto all'insensato by-pass, da sempre contestato dai Comitati
cittadini e da chi ha a cuore questa parte di territorio che da tale opera
verrebbe devastato e segnato per sempre.

Sappiamo che il by-pass favorisce soltanto l'API, regalandogli i tre ettari
dell'attuale sede ferroviaria posta all'interno delle aree di proprietà
della raffineria.
Sappiamo che questa soluzione contrasta con i giusti programmi di un
arretramento più deciso della linea ferroviaria adriatica; programmi
essenziali per lo sviluppo locale e per la risoluzione del problema delle
PM10 che sta mettendo in un'ulteriore crisi ambientale le città costiere.

Ci sono alcune contraddizioni di fondo che, a questo punto, devono essere
immediatamente chiarite tra tutti coloro che vogliono uno sviluppo diverso
e ambientalmente compatibile per il territorio di Falconara e per quello
che risulta essere l'Area ad Alto Rischio.
Infatti non comprendiamo come il Comune di Falconara, il quale ha assunto
una posizione condivisibile riguardo ad uno scenario territoriale futuro
"bonificato" dalla presenza dell'API si possa battere con tanta convinzione
per il by-pass ferroviario che, oggettivamente, favorisce il permanere e
l'espansione territoriale degli impianti petroliferi!
Non comprendiamo come mai il Progetto Bohigas, per certi aspetti
condivisibile, assuma però come dato di fondo la permanenza della
raffineria API ed il by-pass ferroviario quando lo stesso Progetto (ed il
collegamento fra la linea Ancona-Bologna e la Orte-Roma) sarebbe
realizzabile anche, e meglio, con l'arretramento della linea ferroviaria
adriatica fatto progettare dal Presidente Giancarli!
Non comprendiamo, altresì, perché il Dirigente all'Urbanistica del Comune
di Falconara giustifica la realizzazione del By-Pass con la necessità di
spostare lo scalo merci ferroviario quando tale scalo merci dovrà comunque
essere spostato all'interporto di Jesi se tale opera dovrà avere il valore
trasportistico elevato che necessita.
Infatti tutti sanno che l'interesse primario di Trenitalia S.p.A. è quello
di convogliare parte del traffico merci che intasa la linea ferrata
tirrenica verso la linea adriatica, evitando l'odierna e costosa inversione
di marcia del nodo di Falconara!

Palesi contraddizioni che ci fanno sorgere dubbi su quali sono gli
interessi in gioco!

Quindi su tale questione è ormai tempo di sapere definitivamente che cosa
ne pensano tutti gli Amministratori coinvolti:

la Provincia di Ancona, che, con grande decisione sostiene il condivisibile
progetto di arretramento della ferrovia adriatica da Ancona a Senigallia;
l'Assessore ai Trasporti e all'Ambiente Amagliani, che già a suo tempo si
manifestò decisamente contrario a questo by-pass ferroviario pro API;
il presidente D'Ambrosio che sta avviando il progetto di "riconversione"
della raffineria API.

Che senso ha spendere la considerevole somma per il by-pass ferroviario se
si sta programmando di riconvertire la raffineria stessa?

Se si sta programmando un arretramento della ferrovia a partire da Senigallia?

Se si può creare una protezione dagli incidenti dell'API erigendo una
barriera ad hoc?

Se è possibile collegare la linea ferroviaria Adriatica con quella per Roma
in modo più economico e razionale senza spreco di danari?

Qualcuno ce lo dovrà spiegare, prima o poi! Qualcuno deve dare risposte
precise a queste domande!

Falconara M.ma, 12 Novembre 2004

I Presidenti delle Associazioni
Loris Calcina
Franco Budini
Elisa Griffoni





____________________________________

la sezione dedicata al by-pass
http://www.comitati-cittadini.net/Approfondimenti/Bypass.htm

il menù della sezione approfondimenti
http://www.comitati-cittadini.net/Approfondimenti.htm

la pagina attualità con tutte le ultime NEWS
http://www.comitati-cittadini.net/Attualita.htm

____________________________________

www.comitati-cittadini.net

"... L'esercizio del potere di controllo dal
basso è faticoso e poco gratificante ma
NON E' BARATTABILE!"
("Vajont 9 Ottobre '63" - M.Paolini G. Vacis)

--
Mailing list Ecologia dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://www.peacelink.it/webgate/ecologia/maillist.html
Area tematica collegata: http://italy.peacelink.org/ecologia
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://www.peacelink.it/associazione/html/p

Bookmark with:

Delicious   Digg   reddit   Facebook   StumbleUpon

opensubscriber is not affiliated with the authors of this message nor responsible for its content.